La guerra in Europa dal Rinascimento a Napoleone

Il saggio presenta una ricostruzione di ciò che la guerra ha significato nell’evoluzione dell’Occidente. Dalle guerre medievali, distruttive ma limitate, alla tragedia delle guerre di religione, fino alle complesse strategie e agli scontri ideologici dell’età napoleonica. Dalle compagnie mercenarie, agli eserciti professionali dell’Antico regime, fino alla coscrizione obbligatoria dell’epoca rivoluzionaria. Dalla lancia dell’uomo d’arme rinascimentale, alla picca e all’archibugio del mercenario cinque-seicentesco, fino al potenziale distruttivo del moschetto e del cannone.