BARBERO sull'arrivo di Carlo VIII in Italia a PASSATO E PRESENTE con PAOLO MIELI

Apr 19, 2023 37K 520

Description

Alessandro Barbero insieme a Paolo Mieli parla a Passato e Presente di Carlo VIII in Italia. Il re francese che nel 1494 scese in Italia, la conquistò tutta andando verso Napoli, da dove voleva partire per fare una crociata duecento anni dopo l'ultima. Ma poi fu costretto a tornarsene indietro nel 1495, anno della battaglia di Fornovo. Si può dire che Carlo VIII fece l'Italia, coalizzando contro di sé tutti gli stati italiani.

Chiamato in realtà da Ludovico il Moro, faceva parte delle manovre e degli intrighi dell'epoca. Un periodo che passerà alla storia come sinonimo di un'Italia divisa e nel cui territorio chiunque poteva imperversare a piacimento.

BARBERO sull'arrivo di Carlo VIII in Italia a PASSATO E PRESENTE con PAOLO MIELI - Suggested books
Francesco Guicciardini

La Storia d'Italia è un'opera storiografica del fiorentino Francesco Guicciardini, dottore in leggi e uomo politico al servizio dei papi medicei Leone X e Clemente VII. Scritta tra il 1537 e il 1540, l'opera consta di venti libri e narra gli avvenimenti accaduti tra il 1492 (anno della morte di Lorenzo il Magnifico) e il 1534 (anno della morte di Papa Clemente VII). Essa fu pubblicata per la prima volta nel 1561 a Firenze.

Comments (14)

author image
@AnSaPaRaDiSe Said: 1 Days 3 Hours 14 Minutes ago

Alessandro Barbero che cita il Risiko di cui è appassionato. Che mito assoluto

author image
@saravitale2066 Said: 4 Months 7 Days 16 Minutes ago

Bravo, grazie così sarò pronto alla interrogazione di storia. continua così a fare questi bellissimi video

author image
@Aquilifer321 Said: 9 Months 4 Days 13 Hours 48 Minutes ago

Ennesima prova che quando si è uniti si è più forti. Che sia d insegnamento

author image
@jeanjeudi6364 Said: 2 Months 6 Days 8 Hours 38 Minutes ago

Eh il leggendario Pier Capponi e la differenza popolare tra suonare le trombe e le campane ha fatto storia e memoria in milioni di alunni italiani.

author image
@micheleori1644 Said: 11 Months 25 Days 14 Hours 44 Minutes ago

nel 1494 gli italiani si sono giocati il futuro nei secoli a venire.

author image
@Leroydada Said: 1 Months 1 Days 15 Hours 42 Minutes ago

La registrazione ogni tanto salta dei minuti di registrazione

author image
@paolomolinaro749 Said: 11 Months 27 Days 2 Hours 23 Minutes ago

Bravo Mieli , parla di Risorgimento e straniero.

author image
@PaoloFerraglio Said: 8 Months 24 Days 12 Hours 0 Minutes ago

Ada nardacchione è splendida..

author image
@Nicods Said: 9 Months 2 Days 9 Hours 22 Minutes ago

dire che solo Venezia aveva la forza di unire l'Italia in questo momento mi pare non realistico quando appena pochi anni prima Ladislao di Angiò Durazzo ci andò vicino, cacciando persino i francesi e preparando l'ultima fase, contro Firenze e Milano, quando morì giovane di non si sa quale malattia venerea. Certo, sarebbe mancata ancora Venezia, ma intanto era un altro reame che aveva dimostrato di averne le forze e dalla sua aveva Genova che in questo momento permetteva comunque di sfidare anche Venezia in Adriatico.

author image
@alfredomandolfo2617 Said: 11 Months 23 Days 22 Hours 33 Minutes ago

Commenti di un certo livello.

author image
@danielabatoni2847 Said: 1 Days 9 Hours 6 Minutes ago

Ma Fernandino non era Ferdinando d'aragona il re cattolico?

author image
@aniellotramontano5455 Said: 11 Months 21 Days 11 Hours 56 Minutes ago

il Guicciardini caro dottor Mieli al Pontano doveva caricargli il pennino di inchiostro e per il dottor Barbero Carlo ottavo ha avuto via libera in italia grazie al tradimento degli Sforza ed alla mancanza in italia di un re come Alfonso D'Aragona e non per l'assenza di un magliaro e usuraio come Lorenzo dei medici il magnifico che ad ogni difficoltà correva a Napoli per chiedere aiuto a re MAGNANIMO......

author image
@ilmagnificogallade4564 Said: 1 Days 9 Hours 34 Minutes ago

Carlo VIII, no Carlo Magno boia can

author image
@famigliao Said: 7 Months 2 Days 6 Hours 9 Minutes ago

ma erano necessari questi ragazzini poco credibili?